Tutto ciò che devi sapere sulla Placenta: Funzione, Destino e Utilizzo

Questo articolo esplora la funzione cruciale della placenta durante la gravidanza, il suo destino dopo il parto e le diverse pratiche culturali e mediche legate a questo organo. Include informazioni sulla gestione sicura della placenta e del cordone ombelicale.


Introduzione a che cos’è la placenta

La placenta è uno degli organi più affascinanti e misteriosi del corpo umano. Spesso associata alla gravidanza e al parto, svolge un ruolo cruciale nello sviluppo fetale e nell’approvvigionamento di nutrienti al feto. In questo articolo, esploreremo cos’è esattamente la placenta, dove va dopo il parto, cosa si fa con essa e dove è collegato il cordone ombelicale.

Cos’è la Placenta?

La placenta è un organo temporaneo che si forma durante la gravidanza, collegando il feto alla parete uterina materna. Si sviluppa nell’utero, derivando dal tessuto fetale e materno e svolge diverse funzioni vitali per il bambino non ancora nato. Tra queste funzioni, il principale è l’approvvigionamento di nutrienti e ossigeno al feto attraverso il flusso sanguigno materno.

La placenta attaccata al bambino è costituita da due parti principali: il lato fetale, noto come corion, e il lato materno, noto come decidua. Il corion è direttamente collegato all’embrione o al feto attraverso il cordone ombelicale e agisce come una sorta di interfaccia tra il sangue materno e quello fetale. La decidua forma la parete uterina che circonda la placenta attaccata al bambino.

Dove va la Placenta dopo il Parto?

Dopo il parto, la placenta svolge un ruolo essenziale nel completare il processo di nascita. La sua espulsione dal corpo materno è nota come “decanulamento” e avviene generalmente entro pochi minuti o ore dal parto. In alcune culture, la placenta è considerata speciale e può essere utilizzata in vari modi, ma è essenziale rimuoverla dal corpo materno per prevenire complicazioni.

Dopo la sua espulsione, la placenta viene considerata un rifiuto biologico e viene gestita come tale. Di solito, viene smaltita in modo sicuro e igienico. Questa pratica varia da paese a paese e da ospedale a ospedale, ma il trattamento sicuro è di fondamentale importanza per prevenire la diffusione di malattie o infezioni.

Sintomi, cause e rimedi efficaci delle coliche nei neonati, leggi ora il nostro articolo:

COLICHE NEONATI

Cosa si fa con la Placenta?

La gestione della parete uterina può variare notevolmente tra le diverse culture e le preferenze individuali. Ecco alcune delle principali opzioni riguardo al destino della placenta:

  1. Smaltimento Biologico: La maggior parte viene smaltita come rifiuto biologico. In molti paesi, è obbligatorio smaltire la placenta in modo igienico per evitare potenziali rischi per la salute pubblica.
  2. Utilizzo Medicinale: In alcune culture, la placenta è stata tradizionalmente utilizzata in ambito medico. Alcune persone credono che contenga proprietà curative e la utilizzano per produrre rimedi naturali. Tuttavia, questo uso è controverso e non è supportato dalla medicina moderna.
  3. Donazione: In alcune situazioni, le persone scelgono di donarla a scopi medici, come la ricerca o il trapianto di cellule staminali. La placenta contiene una vasta gamma di cellule e tessuti che possono essere preziosi per la ricerca scientifica e il progresso medico.
  4. Placentofagia: Alcune persone la consumano, credendo che abbia benefici per la salute post-parto. Questa pratica è oggetto di dibattito, e non esiste una prova scientifica convincente a supporto dei suoi presunti vantaggi.

Dove è collegato il Cordone Ombelicale e Dove va a finire?

Dopo il taglio del cordone ombelicale alla nascita, il segmento rimanente attaccato al corpo del neonato, noto come moncone ombelicale, viene trattato in modo specifico. Di solito, il moncone ombelicale viene legato con una fascia di gomma o con una clip, quindi tagliato a una distanza sicura dal corpo del neonato.

Il moncone ombelicale essiccato si separa naturalmente dal corpo del neonato entro una o due settimane dalla nascita. Durante questo processo, è importante mantenere l’area asciutta e pulita per prevenire infezioni. Una volta caduto, il moncone ombelicale viene smaltito come rifiuto biologico, proprio come la placenta.

Leggi il nostro articolo sul sentire il bambino nella pancia:

Placenta Umana: le conclusioni

La placenta è un organo straordinario che svolge un ruolo fondamentale nella crescita e nello sviluppo del feto durante la gravidanza. Dopo il parto, viene espulsa dal corpo materno e smaltita in modo appropriato per prevenire potenziali rischi per la salute pubblica. Il cordone ombelicale, una volta tagliato alla nascita, si essicca e si separa dal corpo del neonato prima di essere smaltito.

La gestione della placenta e del cordone ombelicale può variare a seconda delle preferenze individuali, delle tradizioni culturali e delle normative locali. È fondamentale che vengano seguite le pratiche igieniche e sanitarie appropriate per garantire la sicurezza e la salute di tutti i soggetti coinvolti.

In ultima analisi, è un elemento cruciale della vita in utero e del processo di nascita, e la sua importanza non dovrebbe mai essere sottovalutata.

Ideali per Pelli Sensibili – 12 Confezioni – 720 Salviettine

19,90

60 Salviettine per confezione Cartone da 12 Confezioni Ideale per pelli sensibili Spedizione GRATUITA sempre

Leggi tutto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *